Unione Italiana Lavoratori Metalmeccanici Alto AdigeTITOLO TOP Unione Italiana Lavoratori
Metalmeccanici Alto Adige
Via A.Buffulini, 4 39100 BOLZANO
Il logo della sezione del sito denominata  Unificazione operai - impiegati

Unificazione operai - impiegati

L'unificazione delle normative tra operai - impiegati

Torna indietro

Autore salerno

Tempistiche

L'unificazione delle normative tra operai - impiegati introdotta dal contratto nazionale del 20.01.2008 avviene con scadenze diverse che riteniamo utili riassumere:

 

Scadenze
Unificazione delle discipline del rapporto individuale di lavoro dal 1 gennaio 2008
Periodo di prova, aumenti periodici di anzianità e preavviso dal 1 febbraio 2008
Retribuzione oraria sulla quale calcolare le maggiorazioni dal 1 maggio 2008
Mensilizzazione e Festività dal 1 gennaio 2009

 

 

Distribuzione Testo del Contratto Nazionale di Lavoro
In attesa della stampa del testo contrattuale che, va ricordato, deve essre distribuito dalle aziende, anche non associate a FEDERMECCANICA, a tutti i lavoratori entro il mese di dicembre 2008.
 

Unificazione discipline

L'unificazione delle discipline nel nuovo contratto Federmeccanica è avvenuta con una riscrittura e risistemazione dei diversi articoli.

Questa parte è denominata Parte IV - Disciplina del rapporto individuale di lavoro: si suddivide in 8 titoli. Tra le altre cose estende anche agli ex impiegati la normativa sulle trasferte.

Per quello che attiene al periodo di prova e al preavviso sono cambiati i termini sia per gli operai che per gli impiegati.

 

Periodo di prova
Categoria provessionale Durata ordinaria Durata ridotta
1 categoria 1 mese 20 giorni
2 e 3 categoria 1 mese e mezzo 1 mese
4, 5, 5s categoria 3 mesi 2 mesi
6 e 7 categoria 6 mesi 3 mesi

 

 

I periodi di prova sono ridotti:
a) per i lavoratori che con identiche mansioni abbiano prestato servizio per almeno un biennio presso altre aziende

b) per i lavoratori che abbiano completato presso altre aziende il periodo complessivo di apprendistato professionalizzante con riferimento allo stesso profilo professionale di assunzione.

Per i lavoratori assunti a tempo determinato o in somministrazione presso la stessa azienda, il periodo di prova si considera già completato se il lavoratore ha svolto per le medesime mansioni un periodo complessivamente superiore al periodo di prova stabilito, anche quando il rapporto di lavoro è già cessato da non più di 12 mesi.

Nel caso di periodi di lavoro più brevi del periodo di prova la durata della prova è ridotta nella stessa misura. L'obbligo di periodo di prova deve risultare dalla lettera di assunzione.

Al fine di poter usufruire delle riduzioni di cui al punto a) e b) i lavoratori dovranno presentare all'azienda, al momento dell'assunzione, gli attestati o i certificati di lavoro atti a documentare quanto sopra.

 

Preavviso di licenziamento e dimissioni
Anni di servizio liv. 6 e 7 liv. 4 e 5 liv. 3 e 2 liv. 1
Fino a 5 anni 2 mesi 1 mese e 15 giorni 10 giorni 7 giorni
Oltre 5 e fino  10 anni 3 mesi 2 mesi 20 giorni 15 giorni
Oltre i 10 anni 4 mesi 2 mesi e 15 giorni 30 giorni 20 giorni

 

 

I termini di disdetta decorrono dal giorno del ricevimento dell'atto di dimissioni o di licenziamento e il periodo di preavviso si calcola dal giorno successivo.

La parte che risolve il rapporto di lavoro senza l'osservanza dei predetti termini di preavviso deve corrispondere all'altra un'indennità pari all'importo della retribuzione per il mancato periodo di preavviso.

L'indennità sostitutiva di preavviso spetta in ogni caso al lavoratore che all'atto del licenziamento si trovi in sospensione  (es CIGS)
Le parti potranno concordare per iscritto che il rapporto di lavoro si interrompa all'inizio, ovvero nel corso del preavviso, senza che da ciò derivi obbligo di indennizzo per il periodo di preavviso non compiuto.

Aumenti periodi di anzianità
Per quanto riguarda gli aumenti periodici di anzianità, in caso di passaggio a categoria superiore il lavoratore conserva l'anzianità maturata e gli scatti saranno ragguagliati agli importi previsti nella nuova categoria.

Le percentuali di maggiorazione
La retribuzione su quale calcolare le maggiorazioni è così determinata: i minimi tabellari, gli aumenti periodici di anzianità, gli aumenti di merito nonchè compresi eventualmente fissati a mese.
A tale importo si aggiungeranno gli eventuali elementi orari della retribuzione, quali ad esempio incentivi e indennità varie ecc. ecc.
Ciò significa che anche i premi mensili, le anticipazioni mensili dei premi di risultato, purchè erogati in cifra mensile sempre uguale, fanno parte della retribuzione su cui calcolare le maggiorazioni.

 

La mensilizzazione

La mensilizzazione in senso stretto determina la retribuzione per tutti i lavoratori in misura fissa mensile pari a 173 ore.
A partire da mese di gennaio 2009 anche i lavoratori operai verranno mensilizzati. Con la retribuzione del mese di dicembre di ogni anno a partire dal 2009 ai lavoratori ex operai in forza al 31-12-2008 verrà riconosciuta un'erogazione annua di 11 ore e 10 minuti a titolo di superminimo individuale non assorbibile. La retribuzione deve essre corrisposta non oltre la fine di ciascun mese. Sono fatte salve le prassi aziendali esistenti.

Le festività
Veccho CCNL Nuovo CCNL
festività cadenti durante la settimana: 8 ore retribuite festività cadenti durante la settimana: 6 ore 40 minuti  retribuiti
Domenica 1/26 (6 ore e 40 minuti) Domenica: 6 ore e 40 minuti
  Sabato: 6 ore e 40 minuti (solo operai)

 

 

La differenza per gli operai, determinata dal mancato pagamento del sabato, è compensata dal pagamento delle festività cadenti durante la settimana che vengono retribuite 8 ore.

La mensilizzazione determina anche un nuovo trattamento delle festività per i lavoratori sospesi in CIGO e in CIGS.
 

 

Dipendenti mensilizzati
CIG ordinaria e straordinaria a zero ore CIG ordinaria e straordinaria a orario ridotto
a carico INPS a carico azienda
a carico INPS a carico azienda

 

 

Le festività di sabato e domenica (per i mensilizzati in CIGO o CIGS a zero ore) non sono retribuibili da parte aziendale nè integrabili dall'INPS.

Lo stesso trattamento era comunque previsto  anche per gli operai (pagati a ore) se la cassa integrazione superava i 15 giorni (ad eccezione delle festività del 1° maggio  e del 25 aprile che anche se cadevano di sabato o domenica erano comunque retribuite  a carico aziendale).

Nel caso di mensilizzazione le due festività citate sono integrabili solo se cadono durante la settimana.  

Altre modifiche

Ferie
Il nuovo testo conferma le quattro settimane di ferie. Inoltre per coloro che vantano un'anzianita da 10 anni a 18 anni si ha diritto a 1 giorno in più di ferie. Oltre i 18 anni di anzianità aziendale si ha diritto ad una settimana in più ( 40 ore).

Ogni settimana di ferie sarà ragguagliata a 5 o 6 giorni a econda che la retribuzione normale dell'orario di lavoro sia su 5 o 6 giorni. Ciò significa che nel caso di distribuzione dell'orario di lavoro su 5 giorni, per ogni giorno di ferie verranno conteggiate 8 ore.

La nuova norma per le ferie aggiuntive alle 4 settimane prevede:
L'anzianità comincia a decorrere per gli ex operai in forza al 31-12-2007, dal 1° di genneio 2008.
Per gli ex operai in forza al 31-12-2007 è riconosciuto dal 1° gennaio 2008 un giorno aggiuntivo di ferie in presenza del requisito dei 10 anni di anzianità (contando anche l'anzianità pregressa) e dei 55 anni di età.

Tredicesima
Sostituito il vecchio testo ex disciplina speciale parte prima (operai) che recitava: la corresponsione dovrà avvenire in occasione della ricorrenza natalizia è stata aggiunta la seguente frase: la corresponsione deve avvenire normalmente, alla vigilia di natale.
E' stato, inltre aggiunto: il periodo di prova è utile per il calcolo dei dodicesimi di cui sopra  (anche nel caso di non riconferma).
Il vecchio testo della disciplina operai non vi faceva cenno e quello della disciplina degli impiegati lo prevedeva solo per i periodi di prova seguiti da riconferma.

Per effetto della unificazione delle normative, viene estesa anche agli operai la clausola già prevista nel contratto per gli impiegati, relativa al pagamento del 5% di interessi in aggiunta al tasso ufficiale di sconto(per il 2008 è fissato al 3,2%) nel caso di ritardato pagamento delle retribuzioni oltre i 15 giorni.
 

social bookmarking

  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Facebook
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Twitter
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Google Bookmarks
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Yahoo! My Web
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Windows Live Space
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in FriendFeed
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in del.icio.us
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Wikio
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Netscape
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Technorati
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Ok Notizie
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Diggita
  • Area Contratto, operai, impiegati, lavoratori in Segnalo